pavimento-cotto-pareti-tortora

Pavimenti in cotto e colore pareti: quali combinazioni funzionano?

Ritornato a pieno titolo ad essere uno dei protagonisti assoluti delle pavimentazioni contemporanee, il cotto è un materiale che associa eccellenti prestazioni funzionali a un aspetto estetico di estremo fascino ed eleganza.
L’impiego di questo materiale ha origini particolarmente antiche, confermate dai numerosi esempi di pavimenti di cotto in abitazioni molto datate, che indicano con certezza la sua durevolezza e longevità.
Ideale per ambientazioni rustiche, esso sta assumendo un ruolo da protagonista in qualsiasi contesto abitativo, sia esterno che interno.
Grazie alla sua indiscussa versatilità, il cotto si conferma un materiale perfetto per ogni ambiente della casa, dalla zona giorno, alla cucina, al bagno e alle stanze da letto.
Un presupposto fondamentale per realizzare armoniose ambientazioni è quello di abbinare in maniera adeguata il colore delle pareti a quello del pavimento in cotto.

Pavimenti in cotto: come scegliere il colore delle pareti?

In base alla sua tonalità cromatica dal giallo al moro passando per il color miele, il cotto si abbina perfettamente alla pareti dipinte di bianco, un non-colore perfetto per qualsiasi accostamento.
Per migliorare l’estetica degli ambienti, è possibile puntare sulla variante crema, molto più sofisticata ed elegante della classica tonalità bianca.
L’impiego di nuance pastello contribuisce a rendere gli ambienti moderni e attuali e consente di neutralizzare almeno in parte la componente rustica della pavimentazione in cotto.
Se si tratta di dimore di campagna dove lo stile rustico è perfettamente inserito nel contesto abitativo, una scelta molto comune è quella di accostare al colore caldo del cotto tonalità più fredde, come il giallo limone, l’ocra, il senape o il verde muschio.
Le case di campagna infatti sono caratterizzate da ambientazioni country, dove le pareti difficilmente rimangono bianche.
L’impiego di nuance rustiche può orientarsi anche verso il rosa salmone o l’importante rosso veneziano, particolarmente affini alla tonalità del cotto.
In questi casi è opportuno optare per una tinteggiatura che si avvale della tecnica dell’effetto spugna, che conferisce all’ambiente un’atmosfera più campestre.
Per chi desidera osare maggiormente, una soluzione molto sofisticata è quella offerta dall’impiego di nuance chiarissime come il lilla, il lavanda o il verde pastello, che insieme al grigio perla sono perfette per rendere chic anche le case di campagna.
Se ben accostato a colori adatti, il cotto può essere inserito perfettamente anche in contesti abitativi urbani e contemporanei.
Tutta l’eleganza del beige può rappresentare un’ottima soluzione per alleggerire cromaticamente la pavimentazione di cotto, realizzando ambientazioni sofisticate particolarmente adatte per living e zone giorno.
Il verde salvia, per la sua estrema versatilità, può essere un’ottima base per modernizzare stanze pavimentate con il cotto, contribuendo a creare una palette raffinata perfetta per un salotto o anche per una zona relax.
Tutte le sfumature del verde spento si prestano molto bene per le cucine, dove luminosità e freschezza rappresentano requisiti indispensabili soprattutto quando l’arredamento è in stile shabby.
Le nuance incentrate sulla palette dei grigi sono perfette se abbinate a pavimentazioni di cotto.
Il grigio antracite, spesso contenente una calda sfumatura tendente al marrone, viene considerato una tra le più interessanti soluzioni che consentono di alleggerire la cromia del cotto.
Il mix grigio/marrone risulta ideale soprattutto per le zone living e per le cucine.
Grazie alle note tendenti al rosa che caratterizzano il cotto, esso può accostarsi molto bene a tutte le sfumature di questo colore, partendo dal rosa pallido, al ciclamino, fino ad arrivare al bordeaux, in grado di personalizzare in maniera decisa e inconfondibile qualsiasi stanza.
Brillanti, forti e incisive, queste palette si armonizzano cromaticamente con i pavimenti in cotto nelle abitazioni di chi ama osare.

Pavimenti in cotto e pareti tortora

Considerato un must che attualmente sta conquistando una sempre maggiore fascia di estimatori, il color tortora viene apprezzato non solo in quanto è una tonalità neutra e quindi facilmente abbinabile, ma anche per la sua capacità di donare luminosità ad ambienti con scarsa illuminazione e spaziosità a locali di piccole dimensioni.
Gli interior designer sono soliti suggerire pareti color tortora in tutti gli ambienti della casa, dato che, grazie all’estrema versatilità della tonalità cromatica, è possibile inserirla praticamente ovunque.
Pareti tortora trovano un’ambientazione ideale con pavimentazioni di cotto, dato che le due nuance si valorizzano sinergicamente senza mai prevalere l’una sull’altra.
Il risultato che spesso si ottiene è quello di un effetto rilassante e pacificante, caratteristico dei colori neutri.
Ideali per ambienti minimal e contemporanei, le pareti color tortora accostate a pavimenti in cotto consentono di valorizzare locali anche di piccole dimensioni, come ad esempio cucine non troppo spaziose, dove una scelta particolarmente azzeccata è quella di introdurre elettrodomestici in acciaio.
I complementi d’arredo svolgono un ruolo fondamentale per esaltare l’abbinamento cromatico tortora/cotto, che deve mantenere comunque un ruolo da protagonista nell’arredamento.
A questo scopo è opportuno scegliere mobili dai colori neutri, come bianco o beige, perfetti anche per le stanze da letto.
Il color tortora è caratterizzato da tutte le sfumature che vanno dal panna al grigio, e per questo offre due possibilità: il tortora beige, che contiene la sfumatura più calda, e quello grigio, che rappresenta la variante più fredda.
L’accostamento di un colore caldo come quello del cotto è perfetto con entrambe le varianti della tonalità tortora, poiché in questo caso l’effetto che si ottiene è comunque armonioso ed equilibrato.
0 2

Leave a Reply