Stai scegliendo i rivestimenti della tua nuova abitazione e invece delle classiche soluzioni, hai pensato alla bellezza e funzionalità di un pavimento in cotto lucido, sia nella versione lisciata sia in quella smaltata, da scegliere in base al budget e alla destinazione d’uso. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come ottenere una finitura perfetta, eseguendo una corretta manutenzione nel tempo.

Cos'è il pavimento in cotto lucido

Chi decide di optare per un pavimento in cotto lucido, tendenzialmente sceglie una di queste due opzioni: cotto smaltato o finitura lisciato.

Il cotto smaltato è un prodotto esclusivo, che coniuga resistenza, estetica e vivacità. Essendo un prodotto artigianale, è possibile richiedere qualsiasi tipo di colorazione, neutra o accesa che sia. Questa variante del classico mattone in cotto è perfetta per i pavimenti, ma anche per i rivestimenti di ogni ambiente della casa. Per questo motivo viene spesso scelto per arredare i bagni e le cucine.

Quando parliamo invece di finitura lisciato, ci riferiamo a un mattone in cotto che grazie a un particolare trattamento, ottiene una superficie liscia e luminosa, dal finish quasi bagnato e in grado di catturare la luce. Per questo motivo è l’ideale per gli ambienti di piccole dimensioni che hanno bisogno di essere otticamente allargati. Esso mantiene la stessa colorazione del cotto tradizionale: gli viene solamente donata questa particolare finitura che lo contraddistingue dai classici mattoni.

Rispetto al tradizionale cotto opaco, questa versione richiede qualche cura ulteriore, servendosi di prodotti appositi come la cera, che possano mantenere il film protettivo senza che sia danneggiato con soluzioni aggressive. Mantenendo questi standard di accortezza, sarà comunque possibile pulire e igienizzare il pavimento lasciandolo lucido e privo di segni.

Il pavimento in cotto lucido smaltato, rispetto alla finitura lisciata, ha un aspetto più “glossy”, capace di donare un’atmosfera rilassante e ricercata allo stesso tempo.

Rispetto al tradizionale cotto opaco, questa versione richiede qualche cura ulteriore, servendosi di prodotti appositi come la cera, che possano mantenere il film protettivo senza che sia danneggiato con soluzioni aggressive. Mantenendo questi standard di accortezza, sarà comunque possibile pulire e igienizzare il pavimento lasciandolo lucido e privo di segni.

Il pavimento in cotto lucido smaltato, rispetto alla finitura lisciata, ha un aspetto più “glossy”, capace di donare un’atmosfera rilassante e ricercata allo stesso tempo.

pavimento-cotto-lucido-lisciato

Quali sono i vantaggi di un pavimento in cotto lucido

Coloro che hanno deciso di optare per un pavimento in cotto lucido per gli interni della propria casa, riferiscono che anche la versione lucida presenta una serie di vantaggi:

  • Resistenza: in ogni sua variante, il cotto si attesta tra i materiali per pavimenti più resistenti in circolazione, capace di sopportare l’usura del tempo, gli urti, le macchie più ostinate e i graffi. Parliamo quindi di una soluzione che si presta bene alla presenza di bambini e animali domestici, pericolosi per pavimenti come il parquet, che tende a rovinarsi con maggiore facilità. Se curato nel modo corretto, la superficie del cotto lucido, sia smaltato che lisciato, si manterrà luminosa e integra, dando un gradevole effetto di luce e ordine anche agli ambienti più bui.
  • Versatilità: se nella testa hai l’immagine del cotto solo nella casa rustica, le mode del momento sono del tutto cambiate da questo punto di vista. Parliamo di una soluzione che può essere facilmente impiegata nelle case più moderne, creando un effetto attuale nella finitura lucida. Coloro che vogliono dare un’impronta vintage potranno usare il cotto lucido in salotto o addirittura nelle stanze, in una versione chiara se si necessita di luce o più scura se la metratura è ampia.
  • Estetica: il cotto non è solo un pavimento funzionale e pratico, ma anche gradevole esteticamente. Si abbina molto bene a un arredo caldo, fatto di elementi in paglia e legno, così come con il crema e con il bianco. Nella versione per le mattonelle da bagno o da cucina, è invece possibile optare per cromie più scure o luminose, come il bianco e il nero ottico, oppure il blu scuro o il turchese.
  • Scelta eco friendly: il cotto è una soluzione decisamente sostenibile, in quanto materiale non tossico per l’uomo e di derivazione naturale appartenente alla bioedilizia. Stiamo parlando di un materiale che non richiede risorse come la plastica, realizzata in laboratorio e utilizzata per i pavimenti più moderni in circolazione.
  • Costo nella media: nonostante non si tratti di uno dei pavimenti più economici del mercato, il cotto presenta un costo nella media e può essere utilizzato in ogni angolo della casa. Considerando la sua resistenza e duratura nel tempo, possiamo parlare di un investimento a lungo termine. Scopri i prezzi della posa in opera e i prezzi del trattamento.
pavimento-cotto-smaltato

Dove inserire un pavimento in cotto lucido: gli ambienti più adatti

Quando si parla di pavimento in cotto lucido stiamo parlando di superfici estremamente versatili, perfette come pavimentazione continua per arredare tutta la casa. Questa soluzione è tra le più ricercate, per evitare di creare dei puzzle tra stanze differenti.

Il salotto si presta alla variante lisciata in color marrone chiaro o scuro, a seconda della grandezza dell’ambiente e alla luminosità proveniente dalle finestre. Per uno stile vintage, anche le camere da letto possono essere rifinite con questo elemento, mentre per quanto concerne le piastrelle di bagno o cucina, è possibile optare per dei toni più accesi, come il black and white oppure il blu marino.

Quale arredo abbinare a un pavimento in cotto lucido

Per valorizzare un pavimento in cotto lucido, il suggerimento è quello di optare per cromie tenui che ricordano i colori della terra. Via libera pertanto ai beige, ai marroni e ai grigi chiari, che massimizzano l’effetto di calma e relax.

La finitura lucida dona un effetto luminoso, a tratti moderno rispetto alla variante opaca, che ben si sposa con i mobili in legno ma anche con quelli lucidi di fattura più attuale. Possibile anche un collegamento con il nero, così come con il grigio scuro oppure il blu, nel caso di piastrelle per il bagno o per la cucina. Il cotto lucido è quindi un rivestimento versatile e adatto a diversi target di clientela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses cookies to offer you a better browsing experience. By browsing this website, you agree to our use of cookies.