Se stai pensando di dare nuova vita al tuo giardino con l’utilizzo della vernice per pavimenti esterni in cotto, sei nel posto giusto. Sebbene questa soluzione possa risultare più veloce ed economica, ci sono molte altre strade in grado di garantire una resa estetica migliore.

Non tutti sanno che esistono pro e contro in tal senso: vediamoli insieme.

Vernice per pavimenti esterni in cotto: pro e contro

La vernice per pavimenti esterni in cotto è, purtroppo, molto diffusa e largamente utilizzata. Esistono diversi motivi per adottarla ma altrettanti (se non di più) per non farlo.

Tra i pro di questa soluzione troviamo:

  1. La velocità con la quale il pavimento viene ricoperto, diminuendo la necessità di trattare il prodotto nel tempo. Inoltre, appare estremamente semplice adattare un determinato tipo di vernice alla superficie in esame ed esistono prodotti per diverse esigenze.
  2. Uno dei vantaggi maggiori di questa tipologia, è quella di non necessitare della demolizione della precedente pavimentazione. Basta infatti posizionare la vernice sul vecchio pavimento per ottenerne uno nuovo. Ovviamente, prima di tutto ciò è necessario accertarsi che la base sottostante sia in condizioni tali da poter essere ancora utilizzata come appoggio.

Per quel che concerne i contro, invece:

  1. La vernice è facile da scheggiare, si crepa e sbiadisce se non viene trattata. In modo particolare soffre gli acidi come l’alcool etilico denaturato e l’acetone;
  2. La resa estetica ne risente molto: il miglior vanto dei pavimenti in cotto è quello di essere prodotti naturali, quindi coprirne la superficie è un vero e proprio peccato. Inoltre essi sono ingelivi e antiscivolo, quindi ideali come pavimentazione per prato senza il bisogno di ulteriori interventi.
  3. La miscela della vernice è comunque un prodotto chimico e, nonostante non comporti alcun tipo di tossicità, danno all’occhio un effetto abbastanza sgradevole;
  4. In caso di rimozione attraverso uno dei tre metodi principali (congelamento, sostanze chimiche e riscaldamento), il procedimento richiede professionalità e prudenza, non solo per il tipo di materiali utilizzati ma anche per le macchine impiegate in tale senso. Si rischia comunque di lasciare dei residui di vernice sui propri mattoni;
  5. Da un punto di vista estetico, poi, le miscele sono tutte stabilite o quasi, rendendo abbastanza complicata la personalizzazione. Un difetto non da poco, specie per chi voglia effettuare questi lavori in autonomia e senza rivolgersi a esperti del settore.

Trattamento del cotto

Come accennato, esistono diversi tipi di trattamento del cotto in grado di garantire un risultato gradevole e funzionale al proprio spazio outdoor. Grazie ad essi non sarà necessario ricorrere alla vernice per pavimenti esterni in cotto quando i mattoni iniziano a scurirsi o rovinarsi.

Grazie a questi trattamenti, è possibile dare nuova vita ai mattoni pre esistenti. Molto utile per gli spazi esterni, soprattutto per la pavimentazione del bordo piscina, la possibilità di rendere il proprio pavimento impermeabile, antiscivolo e antimuffa. In questo modo si potrà esibire il mattone nella sua tonalità naturale, senza ricorrere ad escamotage di bassa resa.

Anche la manutenzione fa la sua parte. A volte non è necessario un trattamento, ma soltanto il giusto detergente o una passata di cera (Leggi anche: “Come ravvivare il cotto“), essenziali per la resistenza, la consistenza e la durevolezza del pavimento. Sul nostro negozio è possibile acquistare prodotti per la manutenzione del cotto per ottenere pavimenti sempre perfetti nel tempo.

vernice-per-pavimenti-in-cotto

Cotto smaltato

Se invece l’effetto che si voleva ottenere con la vernice per pavimenti esterni in cotto non era funzionale ma solo estetico, l’alternativa migliore è il cotto smaltato. In questo modo sarà possibile ottenere dei pavimenti lucidi e resistenti, ma soprattutto sarà possibile richiedere qualsiasi tipo di colore prima della sua smaltatura. Questo tipo di finitura mantiene tutto il fascino del cotto, aggiungendo una personalizzazione in grado di rispecchiare il carattere e lo stile dell’abitazione.

Il cotto smaltato è perfetto sia in ambienti moderni che rustici, a seconda della nuance scelta. Un modo elegante di impreziosire gli ambienti, sia esterni che interni, con una nota naturale e di impatto. Un connubio con la natura che imprime delicatezza e integrazione. Non disdegna, però, la sua indole moderna ed estroversa. Soprattutto grazie alla moltitudine di formati e colori (sia lucidi che opachi) utilizzati.

Il cotto smaltato è un’autentica perla di design in connubio con la tradizione, con un procedimento di bi-cottura artigianale che si adatta a ogni tipologia di ambiente. La smaltatura viene eseguita a mano all’interno della nostra fornace. Il motivo per cui una smaltatura manuale sia da preferire sta innanzitutto nella sua impronta: essa mette in evidenza ogni minima sfumatura, rendendo ogni mattone unico e irripetibile. La mano del professionista che la esegue non potrà mai ripetersi due volte nello stesso identico modo, donando identità e personalità al pavimento.

Pur essendo una tecnica datata decine e decine di anni fa, quella del cotto smaltato a mano incarna una personalizzazione infinita: colori, pigmenti, mix, fantasie. Il tutto per ricreare qualcosa di assolutamente peculiare. In questo modo ogni cliente sarà pienamente soddisfatto e, soprattutto, avrà piena voce in capitolo sulla nuance da utilizzare.

Il cotto smaltato è un’autentica perla di design in connubio con la tradizione, con un procedimento di bi-cottura artigianale che si adatta a ogni tipologia di ambiente.

La smaltatura viene eseguita a mano all’interno della nostra fornace. Il motivo per cui una smaltatura manuale sia da preferire sta innanzitutto nella sua impronta: essa mette in evidenza ogni minima sfumatura, rendendo ogni mattone unico e irripetibile.

La mano del professionista che la esegue non potrà mai ripetersi due volte nello stesso identico modo, donando identità e personalità al pavimento.

Pur essendo una tecnica datata decine e decine di anni fa, quella del cotto smaltato a mano incarna una personalizzazione infinita: colori, pigmenti, mix, fantasie. Il tutto per ricreare qualcosa di assolutamente peculiare. In questo modo ogni cliente sarà pienamente soddisfatto e, soprattutto, avrà piena voce in capitolo sulla nuance da utilizzare.

Un tocco di personalità

Se si desidera aggiungere personalità ai propri pavimenti (anche mantenendo la naturale colorazione del cotto), le soluzioni adottabili più accattivanti sono:

Molto d’impatto nell’outdoor sono anche gli elementi d’arredo come muretti, scale e colonne, soprattutto se rivestite in cotto naturale e non smaltato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.